• +39 3355301665 - +41 912209214
  • info@italygolfcup.golf
Showing posts tagged with: PDA GOLF SCHOOL

Quattro interessanti chiacchere a 360° con Paolo De Ascentiis coach di golf

admin
0 comments
Golf

Adriano Manzoni – Un incontro casuale, avvenuto al Golf Club di Castell’Arquato ai primi di ottobre dove stavamo organizzando la nostra gara IGC del 25 Ottobre, e dove il Coach Paolo De Ascentiis aveva appena finito una delle sue interessanti sessioni di “Open Golf Clinic su 9 buche in campo” è stata un’occasione che non ci siamo fatti scappare.

Un occasione che non potevamo perdere per conoscere a fondo uno dei più famosi e quotati professionisti di Golf Italiani, Ambassador della PGA Italiana, e Direttore e Manager della sua PDA GOLF SCHOOL, una delle prime scuole di golf nate in Italia negli anni 80.

AM – Paolo, prima di farti alcune domande specifiche sul mondo del golf, vuoi parlarci un po’ di te, relativamente alla tua “ storia golfista”, al tuo percorso?
PDA – Innanzi tutto grazie per questo opportunità, approfitto per farvi i complimenti per questo “ circuito “ e per le belle iniziative che state mettendo in atto. Le avevo gia viste in alcuni golf, e avevo seguito anche altre interviste, fatte a miei illustri colleghi. Parlare di me? Non vorrei dilungarmi molto su quello che ho fatto, quali sono stati i miei incarichi e il mio passato sportivo e lavorativo, questo può essere consultato a chi interessa tramite il sito istituzionale della mia scuola di golf la PDA GOLF SCHOOL o su tutti i “SOCIAL” a me o alla stessa collegati. Vorrei invece parlare di quello che io e la mia scuola di golf proponiamo e offriamo sui SOCIAL, sia tramite le Mailing List che i contatti che ho.

AM – Ecco Paolo, mi hai preceduto, proprio su questo volevo farti una domanda. Ho visto che sei su tutti i Social e che tu, il tuo ufficio stampa, e tanti gruppi da te creati, postano articoli, notizie, video, commenti e tantissime offerte, promozioni, contratti, iniziative da te proposte. Perché usi cosi in massa i canali del WEB?
PDA – Vedi Adriano, io insegno da più di 30 anni, e in questi ultimi anni non solo la comunicazione è cambiata, ma anche il modo di giocare a golf, di fare lezione, di gestire il “mondo” golf sia nella didattica che nella imprenditoria. Pensa che con la mia scuola sono su internet dagli anni 80, e in tutti questi anni, sono stato Maestro titolare di tantissimi campi, e ho fatto azioni imprenditoriali importanti. Questo mi ha portato a spostarmi in tante citta, provincie e regioni, così la mia “clientela” non è legata solo ad una città o ad un golf. Io lavoro prevalentemente in Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Liguria, ma spesso sono anche in altre regioni, e quindi devo, avendo tanti giocatori, comunicare con tutti loro, e non solo tramite un circolo. Non essendo io un maestro di circolo, ma spostandomi per dare tutti i servizi e le varie opportunità della mia scuola, quale miglior canale se non tutti i Social o mailing list o gruppi WhatsApp, WEB?

AM – Ma tu Paolo, dove hai il tuo centro? Qual’e’ il tuo Golf di riferimento?
PDA – Io ho dei campi dove sono solito fare “Sessioni di allenamento o Lezioni” diciamo in Campo Pratica per intenderci (e questi si possono leggere nel mio sito), ma molte volte sono in altre strutture golfistiche ad effettuare, come oggi, una delle mie iniziative golfistiche. Quindi utilizzo tutti i canali dell’informazione. Nei golf dove io insegno, quando vengono da me i miei allievi/giocatori di altri circoli, pagano il green fee (campo pratica/percorso in campo), car, gettoni, poi si fermano a mangiare, insomma, creo una sinergia con i Golf Club. Loro consentono a me di insegnare, e io do a loro la possibilità di fare un indotto. E tutto questo è a vantaggio di tutti. Ho campi che mi consentono di fare lezione in Campo pratica e a loro do un mio appoggio anche per i loro soci, senza chiedere nulla e occupandomi del settore giovanile, della parte dell’insegnamento, senza minimamente oppormi a che ci siano più Maestri, anzi, lo ritengo un Plus. Invece se vado in altri campi, a meno che non abbia con la proprietà e in accordo con i professionisti, creato una sinergia anche per il campo pratica, vado solo in campo, con allievi non di quel circolo, il tutto con deontologia e rispetto tra professionisti, portando giocatori di altri golf che pagano anche in questo caso il green campo, car, ecc. ecc.

AM – Quindi ritornando al discorso di prima; sinergia totale con i golf e rispetto e correttezza professionale.
PDA – Se permetti proprio su questo tema, vorrei esprimere il mio parere. Siamo in un libero paese con un libero mercato, fino a prova contraria, il rispetto, la professionalità, condivisione, collaborazione è fondamentale. Questo ritengo sia oggi la figura del Professionista di Golf. Qualsiasi livello abbia. Credo che se non si cambierà la prospettiva, e se invece di allargarci, ci chiudiamo a protezione del proprio orticello, sarà una guerra tra poveri, e il golf non potrà mai crescere. Non tutti siamo per tutti, intendo che trovo sia giusto ci possano anche essere più istruttori in un campo, per esempio in quelli dove io lavoro è sempre stato così, e mai ho fatto “ pressione” per essere l’unico, e tantomeno impedito di far venire un altro mio collega a fare lezione a giocatori di quel circolo, anzi trovo che la sinergia, collaborazione e confronto tra professionisti sia necessario e fondamentale. In questo modo gli utenti del Circolo – golf – campo pratica, avrebbero non solo più possibilità di rapportarsi con diverse metodologie, o anche solo per diverse ”esposizioni” degli stessi concetti e anche avere anche differenze economiche sulle tariffe, visti i livelli differenti dei professionisti, ma anche poter decidere serenamente di andare da un professionista, piuttosto che da un altro, anche solo per “vicinanza” caratteriale, di empatia o di un solo mero aspetto, anche e perché no, fisico. Così succede in tutti i campi della vita. E poi per ultimo, se un utente vuole far venire presso il suo circolo un suo professionista di riferimento, non vedo il motivo di non consentilo, ripeto se tutto ciò fosse fatto da tutti, credo si avrebbe una apertura totale e un miglioramento di rapporti finalizzati alla liberalizzazione del mercato e alla serenità di vedere tutti felici di tante diverse opportunità, tutte mirate alla crescita del nostro settore. Concludo dicendo che il problema dei rapporti interpersonali tra professionisti, strutture, istituzioni, non dovrebbe essere minimamente messo in dubbio, in quanto siamo tutti operatori del settore e molti per fortuna professionisti dello stesso, sono infatti spesso le figure dilettantistiche o di livello professionale basso che creano problemi. L’incapacità, invidia, piccolezza umana, non sono da me contemplati. Io non ho mai avuto problemi con nessuno, sempre che si parli di “professionisti” a parole e soprattutto nei fatti. Ovviamente questo è un mio personale pensiero, e io mi attengo scrupolosamente a tutte le vigenti regole di “Deontologie e rispetto personale”, e finché le cose rimarranno in questi ambiti, io chiamo “sempre per prima” i miei colleghi professionisti, se ci sono situazioni ostative. Penso però che trovandoci in un totale tempo di globalizzazione, se non facciamo un passo avanti all’apertura a 360 gradi di tutte le istituzioni e categorie, sarà un’altra occasione persa.

AM – Molto interessante Paolo questa visione dell’insegnamento e aperura. Ci vuoi parlare ora di queste tue iniziative e promozioni?
PDA – Certo con piacere. Allora diciamo che divido le offerte della mia PDA GOLF SCHOOL, relative all’ insegnamento, in diverse proposte.
– PRINCIPIANTI La PDA Golf School propone un percorso di avviamento al golf facile, veloce ed economico: in soli 6 mesi si potrà ottenere l’handicap ed iniziare a giocare. Il pacchetto offerto comprende: • Iscrizione annuale alla FIG, Federazione Italiana Golf. Tessera Federale nominativa e copertura assicurativa inclusa. • Associazione annuale al campo pratica del golf club a te più vicino. • 10 lezioni collettive. • Corso collettivo in 3 lezioni sulle regole del golf, incluso esame finale. • Primo accesso al campo con percorso di 9 buche. • Sacca da golf.
– LEZIONI DI GOLF INDIVIDUALI La PDA Golf School è flessibile nell’organizzazione delle lezioni individuali. • La PDA Golf School opera su più campi da golf • L’orario si definisce insieme, in base alle esigenze del golfista. Ecco cosa significa affidarsi alla PDA Golf School: avere la libertà di poter iniziare in un campo pratica/campo da golf e poter decidere quando fare lezione. Alle lezioni individuali possono partecipare tutti: • Chi è al primo approccio. • Chi è già rodato e vuole perfezionarsi
– LEZIONI DI GOLF COLLETTIVE Preferisci stare in compagnia o condividere il campo con altri golfisti? Vuoi portare con te la tua famiglia o i tuoi amici? PDA Golf School soddisfa ogni esigenza offrendo la possibilità di partecipare a lezioni di golf collettive. La lezione collettiva ha le stesse caratteristiche di quella individuale ma condivisa con altri partecipanti per un massimo di 6 persone. Condividerai quindi la tua esperienza con altri golfisti o golfisti neofiti ed il costo sarà inferiore/diviso per il numero di partecipanti.
– GOLF CLINIC L’offerta per la Golf Clinic viene diversificata in due diverse tipologie. • Golf Clinic in campo pratica La Golf clinic in campo pratica viene organizzata presso le varie Sedi della PDA Golf, a seconda delle esigenze dei golfisti. Partecipanti: tutti! Dai neofiti ai giocatori di livello avanzato. La Golf clinic in campo pratica è infatti organizzata in modo da poter soddisfare le esigenze di diversi livelli di gioco. – Giornata: • Mattina: approfondimento in campo del gesto tecnico e dello swing (con i ferri e con i legni). • Pranzo. • Pomeriggio: gioco corto, putter, bunker e strategia in campo, regole del percorso.
– OPEN GOLF CLINIC IN CAMPO PDA Golf School offre anche la possibilità di andare direttamente in campo, lungo i percorsi del golf per allargare le conoscenze di strategia e di adattabilità del gioco (ferri, legni, modo di giocare la buca). La giornata può variare in base alla stagione e al clima. Il numero massimo di partecipanti è 3. Quale modo migliore di conoscere i segreti e la strategia di tutte le buche?! La Open Golf Clinic offre la possibilità di scegliere un qualsiasi campo, un qualsiasi orario e di formare la terna dei golfisti da parte dei giocatori stessi.
La PDA Golf School raggiungerà direttamente sul campo da golf scelto dai player. Da qui la parola OPEN. Riassumendo i golfisti scelgono personalmente: • Campo. • Orario. • Partecipanti. E poi ho una proposta molto interessante che sta avendo tantissimo successo come la OPEN GOLF CLINIC IN CAMPO che si chiama: COACH & PLAYER Contratto annuale/semestrale/trimestrale di coaching Per tutti i giocatori che intendono prepararsi in uno spirito di miglioramento della performance sportiva, agonistica, con un valido supporto tecnico, la PDA Golf School propone un percorso di allenamento specifico per agonisti. Io, in qualità di Maestro Allenatore, mi impegno infatti ad occuparmi personalmente di: • Preparazione tecnica. • Allenamento fisico. • Coaching mentale dell’atleta agonista. Inoltre seguirò personalmente l’allenamento e tutte le altre fasi, aiutando l’allievo con supporti didattici tecnologicamente avanzati e garantirà la propria presenza dando disponibilità di un contatto diretto continuo con l’allievo, tramite web o telefono. L’allievo si dovrà impegnare ad eseguire scrupolosamente ogni compito affidatogli sia da me che dai Collaboratori della scuola P.D.A. (Assistenti, Maestri e Coach). Ecco queste caro Adriano sono le linee guida della parte DIDATTICA della mia scuola di golf, e quelle con le quali svolgo il mio lavoro di Coach. Oggi infatti ero qui al Golf di Castell’arquato (PC), con tre persone che non si conoscevano e che ho raggruppato io, per livello tecnico e provincia. Una di Cremona, una di Crema e una di Parma. Abbiamo fatto un OPEN GOLF CLINIC DI 9 BUCHE durante la quale abbiamo fatto strategia di gioco, colpi speciali, visto molti aspetti che solitamente non vengono approfonditi. E’ stato, credo per tutti, un momento sportivo e ludico importante. Ora continueranno a fare altre nove buche e forse conoscendosi giocheranno insieme altre volte, soddisfacendo l’ultimo mio obbiettivo, formare aggregazione, e socializzazione. Domani sarò allo Chervo’, poi al Matilde di Canossa e poi ancora al Golf di Verona e al Golf S. Stefano, con invece giocatori che mi hanno telefonato e che conoscendosi si sono messi d’accordo, scegliendo loro il campo e sarò io a farmi trovare là. Per questo l’ho chiamata OPEN golf clinic in campo. Perchè lascio la possibilità di scegliere il campo e le persone. Ovviamente rispettando come dicevo, la regola che non è possibile giocare sul campo dove uno è socio, per rispetto ai professionisti dello stesso. Per quanto riguarda le altre proposte devo dirti che il contratto “COACH&PLAYER” è fatto da tantissimi, perché come potrai leggere offre un 360 gradi con me coach e sono seguiti su tutte le varie situazioni: Campo pratica; in campo; aspetto mentale, preparazione atletica, insomma in tutto. Per quanto riguarda la preparazione atletica e l’aspetto mentale, se il livello è elevato , invito i miei giocatori ad appoggiarsi a professionisti qualificati del settore, con i quali lavoro in sinergia, perché ritengo che a certi livelli, ogni uno deve fare il suo. Come nel professionismo.

AM – Direi un proprio programma completo a 360 per le varie necessità del golfista. Dal neofita, o a chi vuole avviarsi al professionismo, è così?
PDA – In effetti è il mio intendimento. Dare la più vasta gamma di opportunità a tutte le varie categorie di golfisti. Dal fun golfer, al tournament player. AM – Puoi dirmi invece qualcosa di quello che hai svolto nei vari Settori Giovanili? PDA – Certamente, con la mia scuola di Golf, ho seguito i Settori Giovanili di tutti i Golf in cui sono stato, ho allenato il Settore giovanile del Golf di Monticello, ho fatto per 10 anni parte dello Staff della FIG con il Ruolo di Professionista del Settore Giovanile Nazionale, ho formato campioni regionali e nazionali, e presso la mia scuola sono passati al professionismo e fatto il Tirocinio 6 professionisti che sono diventati assistenti e poi Maestri e adesso insegnano in Italia.

AM – Paolo mi dicevi anche che la tua Scuola di Golf fornisce anche dei servizi ai golf e alle aziende.
PDA – Si certo, questa è la parte che mi vede nella veste di Manager. Ti elenco i principali servizi:
SERVIZI PER I GOLF CLUB La gestione di un Club di Golf richiede impegno ed esperienza. Innanzitutto è necessario conoscere bene lo sport del golf: quali sono le attività da proporre, come organizzare le gare, come riconoscere i maestri di talento, come programmare corsi ed esami delle regole, di cosa necessita un campo da golf per essere manutenuto al meglio. Azioni indispensabili per l’obiettivo primario di ogni Club, ovvero trovare ed affiliare nuovi associati golfisti. La PDA Golf School ha gestito diversi Golf Club nel corso del tempo, come direzione tecnica, come consulente o come progettista, quest’ultima attività svolta sia in Italia che all’Estero.

AM – Quindi se pensi che il tuo Club debba essere “rilanciato” per trovare nuovi golfisti o proporre nuovi servizi agli habitué, sarebbe opportuno iniziare chiedendo una consulenza ad un operatore specializzato quale è la PDA Golf School?
PDA – Onestamente credo proprio di si.

AM – Mi puoi elencare alcune esperienze svolte per questo specifico ruolo?
PDA – Ovviamente te ne cito solo alcune e spero di non far torto a nessuno se dimentico a memoria alcune strutture per le quali ho lavorato: – Responsabile tecnico del CUS Genova. – Direttore tecnico della scuola di golf “Paolo De Ascentiis” presso Sport Master Mediolanum di Milano. – Direttore tecnico staff “Open Golf Clinic Valtur”. – Technical Manager per Golf Italia Expo Malpensa. – Consulente per la Società Planet Sport per il settore del golf. – Responsabile tecnico area golf del “Fun Village 2005”, villaggio itinerante per le più importanti piazze lombarde. – Technical Manager dell’Open Italia per il settore Sponsorizzazione Villaggio Commerciale.

AM – So inoltre che ti occupi anche di organizzare eventi aziendali che abbiano come protagonista il golf?
PDA – Si è vero, la PDA Golf School può essere di supporto per occasioni di questo genere. Dobbiamo partire da un fatto principale, ovvero il golf è innanzitutto un gioco, quindi è un’attività ludica e divertente. Ma è competitivo! Prende in considerazione sia l’”aspetto individuale”, del mettersi alla prova singolarmente con propri obiettivi, sia quello “collettivo”; si sta in compagnia, si gareggia ma sempre in una dimensione sportiva e piacevole. Location di grande effetto e scenari naturali spettacolari rendono un evento aziendale unico ed esclusivo.La giornata aziendale o di coaching può quindi essere organizzata nello stesso luogo unendo sport, divertimento e un buon pranzo. Quale momento migliore di una bella giornata di sole per stare all’aria aperta, in mezzo alla natura. Niente di meglio per evadere dalla solita riunione aziendale in ufficio. La PDA Golf School è attrezzata per organizzare l’evento di Golf Aziendale nel miglior modo possibile per l’azienda. Non esiste un format predefinito ma si costruisce insieme al cliente, in base alle finalità del meeting. Ogni dettaglio viene specificatamente studiato in una o più variabili, per una perfetta riuscita dell’evento golfistico. Le proposte possono comprendere anche servizi di catering, con soluzioni flessibili, da un semplice coffee-break ad un pranzo a buffet.

AM – Paolo, un’ultima domanda che credo purtroppo molto attuale, come hai affrontato l’insegnamento durante questo periodo del Covid-19 ?
PDA – In effetti caro Adriano, questo è un tema che come dopo il primo post LOCK DOWN adesso si ripresenta ancora in maniera più decisa, e sai che il governo relativamente allo sport ha portato delle restrizioni. Fortunatamente noi come sport Golf siamo ai massimi livelli di sicurezza, dati gli spazi e le distanze, ma per l’insegnamento che non viene fatto in campo, sul quale mi concentro e spingo tutti a fare (come suggerito nel nostro protocollo) sulla parte riguardante la lezione in campo pratica, senza aver mai abbassato la guardia, tengo tutte le linee guida del nostro protocollo. A tal proposito proprio alcuni giorni fa la Federazione italiana Golf ha emesso il Nuovo protocollo FIG e linee guida aggiornati, come si può vedere in tutti i dettagli sul sito della Federazione Italiana Golf al link (www.federgolf. it/news/in-primo-piano/nuovo-protocollo-fig-e-linee-guida-aggiornati-al-14-ottobre-2020). Per quanto riguarda la parte dell’Insegnamento noi professionisti PGAI ci atteniamo al nostro protocollo relativo all’insegnamento, che potrai vedere all’interno del mio Gruppo che ho creato su FB “ Lezioni di Golf durante il Covid-19” o consultando i vari canali social e al sito a me collegati. Personalmente, per quanato mi riguarda, insegno tenendo molto alto il livello di precauzioni e mi attengo scrupolosamente al nostro protocollo elaborato dalla PGAI in sinergia con la FIG e il CONI e le commissioni medico sportive.

AM – Paolo che altro dire. Speriamo di vederci qui il 25 Ottobre, durante la nostra gara, ci farebbe piacere.
PDA – Sarà un piacere mio. Ci sarò senz’altro e sarà una altra occasione, per rivedere Voi e per seguire da vicino una vostra gara del circuito.

AM – Per chi fosse interessato a contattare Paole De Ascentiis ecco i mille modi in cui può farlo:
Twitter Skype Google Talk YouTube Messenger Linkedin FaceBook WebSite Coach Paolo De Ascentiis Maestro PGAI Ambassador Advanced Professionista classe “AA” WebSite: https://pdagolf.it Mail: deascentiisp@gmail.com Tel. +39 339 121 324 1

Torna alla sezione “Blog”


Adriano Manzoni

Founder & Trademak Owner – Marketing & Sponsorship Manager “Italy Golf Cup”.
Di professione consulente marketing ha due ombre nel suo lungo curriculum: non gioca a golf e è di fede rossonera.

Per saperne di più.